Sundance Film Festival | 5 film da recuperare che abbiamo amato

Sundance Film Festival

Il 21 Gennaio è iniziata la nuova edizione del Sundance Film Festival, la manifestazione di cinema indipendente più importante (e forse amata) del mondo. Creato da Robert Redford oltre 30 anni fa in uno sperduto paesino di montagna degli Stati Uniti, nel tempo il festival è diventato un autentico punto di riferimento per i giovani filmmaker e per gli spettatori più “cinefili” grazie a una attenta selezione delle opere con una spiccata qualità artistica.

Sono anni che seguiamo la manifestazione e ogni anno rimaniamo sorpresi dalle storie che riesce a proporre. Per capire lo spirito del festival, bisogna riscoprire alcuni dei suoi film migliori.
Qui una selezione dalle ultime edizioni che ci hanno lasciato qualcosa di particolare:

Whiplash 

Non conoscerlo credo sia difficile. E’ stato il film rivelazione del 2014 e consacrato con ben 3 Oscar. Curiosa la storia della genesi del film: pare infatti che il regista, finito il copione, non trovasse nessuno che lo producesse. Deciso in ogni caso a farlo, riscrisse il copione per farlo con pochi soldi e in versione cortometraggio. Presentato all’ultimo al Sundance Film Festival, ottenne i soldi per rifarlo secondo la versione originale del copione.

Whiplash | JK Simmons

Like Crazy

Fino a che punto si può essere innamorati di qualcuno? E’ la risposta che prova dare il giovane regista Drake Doremus in questo film del 2011. Budget ai minimi (circa 200.000 dollari), il film oltre ad avere vinto il premio della giuria ha lanciato attori quali Anton Yelchin (Star Trek), Felicity Jones (La Teoria del Tutto), Jennifer Lawrence -(Hunger Games).

Like Crazy

Me and Earl and the Dying Girl

L’adolescente Greg Gaines decide di trascorrere il suo ultimo anno di liceo cercando di evitare il più possibile rapporti sociali, nel tentativo di passare inosservato. Greg trascorre il suo tempo con l’amico Earl, con cui realizza bizzarri film amatoriali. Il suo progetto di rimanere il più anonimo possibile viene compromesso da sua madre, che lo costringe a stringere amicizia con Rachel, sua compagna di classe affetta da leucemia. Il film è stato presentato al Sundance Film Festival 2015 il 25 gennaio, dove ha ricevuto una standing ovation. C’è altro da dire?

landscape-1434576906-elm070115intel3-4-002

500 Days of Summer 

Brillante rom-com diretta dall’esordiente Marc Webb che vede protagonisti Zooey Deschanel e Joseph Gordon-Levitt in una moderna tra due 20enni di Los Angeles, dove il confine tra amore “da film” e la vita reale metterà a dura prova le convinzioni dei due ragazzi.  Il film ha riscosso molto successo di critica, tanto da aver portato il regista al suo secondo “piccolo” film: il reboot di Spiderman!

500-giorni-insieme

The Believer

The Believer narra i fatti biografici e le vicende personali ispirate alla vita di Daniel Burros, membro attivo dell’American Nazi Party, antisemita convinto seppure sia stato circonciso e cresciuto secondo le tradizioni ebraiche della famiglia di compiere un attentato in una Sinagoga. Un film controverso, viscerale, che entra nelle contraddizioni della nostra società e in parte della nostra cultura. Lanciò un certo Ryan Gosling.

The Believer

Fonte immagini: wikimedia.com, sundance.org

Written By
More from Redazione

Zack Snyder e l’evoluzione dell’estetica geek

Si può amare, si può odiare. Ciò che però non si può...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *